Home

Volete sapere chi ha comperato la nave Iuventa della ONG Jugend Rettet? Volete sapere chi e cosa si nasconde dietro? La Iuventa ha bisogno di € 45.000 al mese solo per il gasolio! Dei costi enormi! La storia della ONG Jugend Rettet, fermata dalle autorità italiane il 2 agosto 2017 per sospetto traffico di esseri umani, viene direttamente da Potsdam e da Berlino. “Un individuo di 19 anni che ha appena passato la maturità … aiutato da una studentessa di filosofia di 23 anni ha fondato Jugend Rettet nel 2015 e ha comprato la nave Iuventa in Olanda … il tutto nel lasso di tempo di pochi mesi … ” Così racconta la leggenda.
Facendo un po’ di ricerche, si scopre la vasta rete della piovra dello Jugendamt, l’organizzazione di Stato per il controllo delle famiglie in Germania che lavora con l’ONU e che ha finanziato il progetto di questo giovane maturando attraverso un’organizzazione privata sovvenzionata dallo Stato che agisce anche al di là delle frontiere, per esempio in Grecia e che vive grazie alle immense strutture dello Jugendamt e grazie al controllo e al business sui bambini e sulle famiglie, sempre con sede a Berlino. La ONG Jugend Rettet è stata consigliata persino dalla Bundeswehr, l’esercito tedesco, che mantiene a rotazione due fregate nel Mediterraneo per recuperare e portare i migranti in Europa. [In sostanza] la Germania ha organizzato una vasta rete di traffici di esseri umani con l’accordo dell’Onu.

€800000 giusto per cominciare sono dei mezzi finanziari colossali! I due giovani studenti hanno guarda caso incontrato il capo di Greenpeace Germania. Quest’ultimo ha aiutato la ONG a trovare la nave dopo un’unica telefonata dei due studenti e li ha consigliati su come preparare la Iuventa alle missioni. La data di fondazione della ONG Jugend Rettet è il 3 ottobre 2015. “Entro la fine del mese di febbraio vogliono mettere insieme i soldi: per la nave € 270.000, per la riparazione della nave € 240.000, per i primi 6 mesi in mare € 290.000 (vitto e carburante)” Si legge nell’articolo di Greenpeace. Il giovane fondatore che ha appena finito il liceo ha dunque trovato per la ONG tedesca … rapidissimamente € 800.000 … mentre di solito i giovani come lui a Berlino non sanno più a che porta bussare per essere assunti come stagista. Le cifre sono tratte da un articolo di Greenpeace (link). Inoltre Jugend Rettet ha bisogno di € 45.000 al mese solo per il gasolio della nave e per le spese. I due studenti senza alcuna esperienza sono davvero molto dotati nel trovare finanziamenti…

i239^cimgpsh_orig

Un’organizzazione controllata dallo Jugendamt ha comprato la nave! Finanziata dalle strutture dello Jugendamt, l’organizzazione tedesca che strappa i bambini ai loro genitori! E’ proprio un articolo del giornale di Potsdam a rivelarci chi ha comprato la nave della ONG Jugend Rettet. Si tratta della Fondazione Kreuzberger Kinderstiftung, organizzazione finanziata e strettamente controllata dallo Jugendamt. Tutte le organizzazioni che lavorano per e con i bambini o le famiglie sono controllate in Germania dallo Jugendamt. La Kreuzberger Stiftung che ha comperato la nave è riconosciuta in quanto organizzazione di aiuto all’infanzia e alla gioventù e riceve pertanto finanziamenti pubblici. Se non bastasse è anche sostenuta dal Dipartimento di Giustizia del Senato di Berlino! “Avevamo chiesto la somma di € 5.000 alla Fondazione dei bambini di Kreuzberg (Kreuzberger Kinderstiftung) per poter creare la nostra rete di ambasciatori”, racconta la leggenda. “Ma il fondatore della Fondazione, Peter R. Ackermann, si è talmente entusiasmato per il nostro progetto che ci ha detto “pagherò € 150.000 per la nave”, si legge nel giornale di Potsdam, quasi avessimo a fare con una fiaba o ci trovassimo veramente in mezzo alle fate.

Peter R. Ackermann, avvocato e uomo d’affari, è conosciuto anche in Grecia per le sue attività sull’isola di Lesbo, isola sulla quale si concentrano i migranti ed è il fondatore della Kreuzberger Kinderstiftung. In un articolo del giornale greco Kathimerini si legge il titolo, il 17 dicembre 2016, “Il sostegno della Germania con amore”, mentre in realtà la popolazione greca si stava rivoltando contro i diktat di Berlino e la messa sotto tutela di tutto il paese imposta dalla Germania. In un’intervista, Panagiotis Grigoriou aveva spiegato come i media greci fossero stati istruiti in favore dell’occupante tedesco. L’antropologo e storico greco Panagiotis Grigoriou parlava già nel 2014 del Gauleiter e amministratore coloniale Hans-Joachim Fuchtel (link).

Il giornalista Jürgen Roth aveva denunciato la messa sotto tutela della Grecia da parte della Germania e di Bruxelles in un libro pubblicato nel 2014. ” La Grecia è una colonia amministrata da Berlino e da Bruxelles. La Grecia è il primo paese che serve da test per i piani della troika: riduzione dei salari, riduzione delle pensioni, sparizione del sostegno statale, privatizzazione di tutti i servizi pubblici, riduzione del numero dei funzionari”. ” Le privatizzazioni delle strutture portano al dumping salariale e ai contratti precari, anche in Germania. I dipendenti devono lavorare nelle società privatizzate per dei salari da miseria e nelle quali la parola d’ordine “inghiotti o muori” è quella corrente”, scrive Jürgen Roth nel suo libro Der Stille Putsch (Il putsch silenzioso).

Traduction réalisée par la juriste et journaliste, auteur de livres, Marinella Colombo qui dénonce le vol des enfants par le Jugendamt et par l’Allemagne

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s